info@hiveenergy.co.uk

 

DBG Group BV annuncia un grande passo avanti - Permesso accordato

Le autorità della provincia di Groninga hanno concesso un permesso irrevocabile che garantisce l'attività di DBG a Delfzijl, Groninga, Paesi Bassi. 

DBG Group BV è lieta di annunciare di aver ottenuto i permessi edilizi, ambientali e operativi per il suo impianto di Delfzijl. I permessi, concessi dalla Provincia di Groninga e dal Waterboard Hunze & Aa's, consentono a DBG di avviare il processo di produzione di prodotti energetici verdi.

I fanghi di carta, il flusso di rifiuti delle cartiere, saranno la materia prima dell'impianto di Delfzijl. Il processo produrrà grandi volumi di biogas, composto da metano verde, CO2 biogenica e biofertilizzante. Attualmente i fanghi della carta vengono principalmente inceneriti dalle cartiere; DBG invece riciclerà questo flusso di rifiuti in prodotti verdi utilizzabili.

L'impianto DBG presso il parco industriale di Oosterhorn, Delfzijl, Paesi Bassi

L'impianto DBG presso il parco industriale di Oosterhorn, Delfzijl, Paesi Bassi

Ogni anno, circa 290.000 tonnellate di fanghi di carta saranno trasportate su chiatta alla sede di Delfzijl e anche i prodotti finali lasceranno l'impianto principalmente su chiatta. Su base annua, l'impianto produrrà 250 GWh di energia verde. In un modo unico e proprietario, DBG mescola i fanghi di carta con enzimi per processare i fanghi di carta trattati in digestori anaerobici. Questo sblocca il potenziale di biogas e favorisce la produzione di altri prodotti rinnovabili. Prodotti da un flusso di rifiuti preesistente, i nostri prodotti sostituiscono la necessità di utilizzare materie prime a base di combustibili fossili.

Il biogas può servire alla comunità fornendo energia alle famiglie e alle aziende di trasporto (camion e chiatte). La CO2 biogenica può essere utilizzata nell'industria alimentare e aeronautica. Infine, il fertilizzante verde può sostituire i fertilizzanti artificiali e servire il settore agricolo.

In questo modo, DBG si impegna a creare un cambiamento di sistema nel modo in cui i rifiuti vengono gestiti e riutilizzati, in modo da raggiungere l'azzeramento dei rifiuti e accelerare la transizione energetica.

L'autorizzazione irrevocabile è il risultato di una stretta collaborazione con la Provincia di Groninga, l'Omgevingsdienst Groningen, il Waterboard Hunze & Aa's, Groningen Seaports NV, il comune di Eemsdelta, i villaggi vicini e altre parti interessate.

Berkay Güres, amministratore delegato di DBG Group BV, ha espresso il suo entusiasmo come segue: "Sono molto orgoglioso che questa iniziativa olandese abbia ricevuto il permesso delle autorità. Esprime una grande fiducia nei nostri sforzi per produrre prodotti ecologici dai fanghi della carta. È un passo importante sulla strada della riduzione delle emissioni di CO2 e del contributo a una fonte di energia aggiuntiva che sia completamente circolare e sostenibile. Delfzijl è il nostro primo impianto, ma non certo l'ultimo. In questo momento stiamo sviluppando altri due impianti nei Paesi Bassi e diversi altri in vari Paesi europei. Un grande ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa svolta nella provincia di Groninga. Grazie per il vostro sostegno e per averci espresso la vostra fiducia".